Skip to content

Esperienza e know-how nel campo degli impianti antifurto e dei sistemi di allarme

ANTIFURTO

Realizzazione impianti di protezione affidabili e altamente efficaci

FGS realizza impianti di protezione affidabili e altamente efficaci poiché sono studiati per rilevare e segnalare rapidamente tutti i cambiamenti di stato dell’impianto rispetto alla normalità. La modalità di attivazione di ogni rivelatore antieffrazione può essere programmata in funzione della sua collocazione e, grazie al funzionamento multi-gruppo, l’impianto può essere “parzializzato” in più settori, in modo da sfruttarlo al meglio nell’arco della giornata. In quest’ultimo caso, infatti, la protezione può essere attivata solo nei settori non occupati, ovvero non abitati. Per accrescere il livello di sicurezza, FGS consiglia di collegare sempre il proprio impianto d’allarme a una Centrale Operativa che, in caso di pericolo, può allertare polizia, carabinieri o istituti privati di vigilanza.

Progettazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

Installazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

Manutenzione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

Assistenza

Aassistenza puntuale, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno

ANTIFURTO

Come scegliere un sistema intifurto

In un settore molto innovativo come quello della sicurezza, è fondamentale saper compiere scelte d’installazione corrette. Per tale ragione, l’impostazione progettuale di un impianto antieffrazione e antintrusione deve seguire le seguenti fasi di sviluppo (come proposto dalla normativa vigente in tema di sicurezza):

  • analisi del luogo e dei settori da proteggere;
  • valutazione del livello di prestazione dell’impianto;
  • scelta della centrale, degli organi di comando e degli apparati di teletrasmissione;
  • determinazione del tipo, del numero e dell’ubicazione dei rivelatori da installare;
  • selezione delle caratteristiche dei dispositivi di allarme locale.

Nella fase di analisi, è indispensabile individuare con attenzione gli ingressi (accessi principali, secondari, finestre, lucernai o altro), le abitudini dei proprietari e le caratteristiche del luogo da proteggere, per calcolare il livello di rischio complessivo. Le valutazioni tecniche che, invece, possono incidere di più sulla qualità e sul valore finale di un impianto d’allarme interessano: i dispositivi dicomando, rilevazione e allarme. La scelta di un sistema antintrusione è, dunque, legata al grado di sicurezza e al livello di protezione che si vogliono ottenere.